Global Strike for Future

Ispirata dai #fridaysforfuture – nati dalla protesta della sedicenne svedese Greta Thunberg – domani 15 marzo si terrà il “Global Strike for Future”, la grande mobilitazione mondiale per reclamare più rispetto per l’ambiente e il pianeta

Sono più di mille le città di tutto il mondo dove i movimenti studenteschi, ma non solo, scenderanno in piazza   per chiedere a gran voce politiche più incisive contro il riscaldamento globale.

Questa protesta pacifica e colorata troverà, per il bene di tutti, orecchie disposte ad ascoltare?

***

P.S.: se ami la satira e ti piacciono le mie vignette clicca “mi piace” a questa pagina, di’ la tua e continua a seguirla!!! Ciaooo

https://www.facebook.com/Caff%C3%A8-Scorrettole-Vignette-Satiriche-di-Paolo-Piccione-113263755387220/

 

 

Le “gufate” di Zingaretti

Le diatribe tra M5S e Lega sulla TAV alimentano le speranze dell’opposizione su una potenziale crisi di governo…

***

P.S.: se ami la satira e ti piacciono le mie vignette clicca “mi piace” a questa pagina, di’ la tua e continua a seguirla!!! Ciaooo

https://www.facebook.com/Caff%C3%A8-Scorrettole-Vignette-Satiriche-di-Paolo-Piccione-113263755387220/

“Mamma”, compagno e “amico di famiglia”…

Arrestati nella provincia di Taranto “mamma”, compagno e “amico di famiglia” con l’accusa di violenza sessuale continuata e maltrattamenti su quattro bambini di 14, 12, 9 e 6 anni con disabilità intellettiva. Sul più piccolo gli abusi sarebbero iniziati da quando ne aveva solo 3!.

Le indagini sono partite a seguito delle segnalazioni dei servizi sociali

Come se già questo non bastasse, la coppia avrebbe confinato la vita dei minori in un contesto di assoluto degrado, abbandonandoli in casa, impedendo loro di andare a scuola, picchiandoli, non assicurando l’alimentazione quotidiana e la minima igiene personale.

Si fa fatica a pensare che esista “gente” del genere…

Non solo Ilva

Il sindaco di Taranto, a causa degli ultimi dati sull’inquinamento ambientale nel rione Tamburi, ha disposto che per 10 giorni ben 700 alunni non potranno andare a scuola per motivi di “sicurezza igienico-sanitaria”.

All’ARPA, inoltre, ha ordinato degli approfondimenti tecnico-ambientali per valutare con precisione la possibilità che i rifiuti industriali contaminino l’interno dei plessi scolastici.

Si può continuare a far morire la gente per le esigenze industriali?

***

P.S.: se ami la satira e ti piacciono le mie vignette clicca “mi piace” a questa pagina, di’ la tua e continua a seguirla!!! Ciaooo

https://www.facebook.com/Caff%C3%A8-Scorrettole-Vignette-Satiriche-di-Paolo-Piccione-113263755387220/

Il “mastino” e l’intervista a Macron

Credo che Macron si sia cagato addosso al solo pensiero di che razza di mastino lo avrebbe intervistato e quali domande scomode e insolenti gli sarebbero state poste!

***

P.S.: se ami la satira e ti piacciono le mie vignette clicca “mi piace” a questa pagina, di’ la tua e continua a seguirla!!! Ciaooo

https://www.facebook.com/Caff%C3%A8-Scorrettole-Vignette-Satiriche-di-Paolo-Piccione-113263755387220/

 

Esito primarie

Et voilà… il risultato più temuto dal rottamatore rottamatosi è saltato fuori dal cilindro.

***

P.S.: se ami la satira e ti piacciono le mie vignette clicca “mi piace” a questa pagina, di’ la tua e continua a seguirla!!! Ciaooo

https://m.facebook.com/Caffè-Scorrettole-Vignette-Satiriche-di-Paolo-Piccione-113263755387220/

Primarie

Le primarie più democratiche della storia della democrazia: può votare chiunque…

E tu? Hai votato?

***

P.S.: se ami la satira e ti piacciono le mie vignette clicca “mi piace” a questa pagina, di’ la tua e continua a seguirla!!! Ciaooo

https://www.facebook.com/Caff%C3%A8-Scorrettole-Vignette-Satiriche-di-Paolo-Piccione-113263755387220/

Bersani e lo “Ius soli”

Oggi riporto testualmente il post del mio amico scrittore Cosimo Massaro:

“Bersani a STASERA ITALIA: ‘Se torno al governo la prima cosa che faccio è lo Ius Soli anche se ho contro l’80% degli italiani.’

-Abbiamo oltre 5 milioni di poveri italiani in povertà assoluta;
-L’economia italiana è totalmente sottomessa agli usurai internazionali che ci stanno strozzando con il debito truffa;
-Tutto il made in Italy è stato quasi totalmente svenduto a proprietari stranieri;
-Gli asset strategici nazionali sono stati privatizzati e molti sono sotto controllo straniero;

Potrei andare avanti ad oltranza, ma mi fermo qui, non vorrei alimentare troppo gli aspetti negativi.
Ma per Bersani la cosa più importante e imminente da fare è lo Ius Soli, certo servirà un nuovo bagaglio di voti per quella sinistra che mi auguro non voti più nessuno, oltre ad essere funzionale all’immigrazione e all’abbattimento del costo del lavoro, utile solo alla finanza speculativa.”  (cit. Cosimo Massaro)

Voi cosa ne pensate?

***

P.S.: se ami la satira e ti piacciono le mie vignette clicca “mi piace” a questa pagina, di’ la tua e continua a seguirla!!! Ciaooo

https://www.facebook.com/Caff%C3%A8-Scorrettole-Vignette-Satiriche-di-Paolo-Piccione-113263755387220/

Maduro vs Guaidò

Sarebbe bello riuscire a capire chi sono i “buoni” e chi i “cattivi”.

Si potrebbe così, facilmente e senza dubbi, prendere posizione.

Purtroppo, però, la realtà è molto più complessa e per capirci qualcosa, senza alcuna pretesa di esserci davvero riusciti, più che buoni e cattivi è necessario individuare gli “interessi” che muovono i vari attori in un definito scenario.

Analizziamo, ad esempio, la situazione del Venezuela.

Da una parte abbiamo Maduro, il successore di Chávez, che, in continuità col suo mentore, ha dato seguito ad regime sostanzialmente dittatoriale, “nobilitandolo” ideologicamente quale baluardo contro la “dittatura economica e capitalistica” degli USA.  Maduro, però, grottesca copia del suo predecessore, ha ridotto alla miseria il suo popolo, condannandolo alla fame e alla impossibilità di reperire i farmaci più comuni.

Dall’altra abbiamo Guaidò, oppositore prima di Chávez e poi di Maduro, il quale, avendo trovato potenti supporti esterni e terreno fertile nella manifesta inettitudine del secondo, si è autoproclamato presidente del Venezuela “ad interim”.

Poi abbiamo la Russia e la Cina, sponsor di Maduro, desiderosi di continuare a conservare l’attuale influenza che esercitano su questo Paese.

Poi abbiamo coloro che, negli anni, coi loro embarghi, hanno fortemente contribuito, insieme al regime bolivariano, a mettere alla fame il popolo venezuelano che ora vorrebbero “aiutare”, cioè gli USA, sponsor di Guaidò, bramosi, in realtà, di estendere finalmente la loro influenza anche su questo Paese, mettendo quanto prima le mani sulle enormi ricchezze presenti nel suo sottosuolo e piazzando sul territorio qualche loro banca.

In mezzo a questi interessi, tra incudine e martello, come sempre, c’è il popolo: affamato, senza medicine e senza futuro.

Difficile in questo contesto individuare buoni e cattivi… o meglio: mentre di cattivi ce ne sono in abbondanza, è difficile individuare i buoni. Forse è più facile scorgere vittime ed interessi individuali e di parte.

Presumo, però, che per un padre di famiglia, che veda i propri cari morire di fame e di malattia, i cattivi siano coloro che gli impongono una “dittatura amara” di stampo comunista che gli nega tutto.

Mentre i buoni, da questa prospettiva, potrebbero essere coloro che, mediante una “dittatura dolce” di stampo liberistico  e capitalista, quanto meno gli consentirebbero di avere cibo e medicine per curarsi.

In questo secondo caso, pur abdicando comunque a parte della propria libertà, il padre di famiglia ed i propri cari, vivendo una esistenza più dignitosa, diverrebbero uno degli infiniti e minuscoli ingranaggi che apportano enormi ricchezze alla solita élite del capitalismo mondiale imperante.

Gli USA ringhiano di un possibile intervento armato contro Maduro ed a sostegno di Guaidò e della democrazia che “amano tanto” esportare in ogni dove.

Sappiamo bene, tuttavia, che se il Venezuela non fosse uno scrigno di immense ricchezze, relativamente alle sue sorti ed a quelle del suo popolo, non ci sarebbe tutto questo interesse internazionale.

O sbaglio?

***

P.S.: se ami la satira e ti piacciono le mie vignette clicca “mi piace” a questa pagina, di’ la tua e continua a seguirla!!! Ciaooo

https://www.facebook.com/Caff%C3%A8-Scorrettole-Vignette-Satiriche-di-Paolo-Piccione-113263755387220/

Migranti chiedono risarcimento al Governo

Tempismo perfetto! Nemmeno il tempo per fargli festeggiare il “No” all’autorizzazione a procedere e il ministro dell’Interno si trova un’altra gatta da pelare…

Tramite uno studio legale della Capitale,  41 migranti che erano a bordo della nave “Diciotti” chiedono al Governo italiano, presso il Tribunale civile di Roma, dei risarcimenti che vanno dai 42.000 ai 71.000 euro per la presunta privazione della libertà personale.

Farsa o tragedia?

P.S.: se ami la satira e ti piacciono le mie vignette clicca “mi piace” a questa pagina, di’ la tua e continua a seguirla!!! Ciaooo

https://www.facebook.com/Caff%C3%A8-Scorrettole-Vignette-Satiriche-di-Paolo-Piccione-113263755387220/