Nuovo “braccio di ferro” tra le ONG e il governo italiano

Dopo la mancata convalida dell’arresto del comandante della Sea Watch da parte del gip di Agrigento, le ONG tornano a fare la voce grossa e, anche questa volta, puntano le loro bussole verso il suolo italiano, guardandosi bene dall’attraccare a Malta, dove le navi verrebbero sequestrate.

Come andrà a finire questa volta?

***

P.S.: se ami la satira e ti piacciono le mie vignette clicca “mi piace” a questa pagina, di’ la tua e continua a seguirla!!! Ciaooo

https://www.facebook.com/Caff%C3%A8-Scorrettole-Vignette-Satiriche-di-Paolo-Piccione-113263755387220/